Pranzo in onore della cucina cinese


Ricette tratte dall’ormai famigliare Allan Bay "Le ricette degli altri" e qualche consiglio da Internet
Anzitutto un pranzo completo perchè questa cucina piace molto a tutti in famiglia e i vari piatti si completano a reciprocamente. I ravioli al vapore da soli mi facevano un poco tristezza, assieme all’anatra formano un capolavoro. Per non parlare delle salse: fantastiche. 

Ingredienti Ravioli di carne e verdure crude al Vapore x 4:

  • 200 g farina 00 image
  • 200 g di verdure in totale: erbette, porro, cipolla rapanelli (io il daikon non l’ho trovato e non credo di averne sentito la mancanza), cavolo cappuccio
  • 200 g di agnello
  • zenzero fresco
  • 1 cucchiaio salsa di soia
  • 2 cucchiai di olio
  • 2 cucchiai fecola di patate

Ingredienti Anatra al miele x 4:

  • un’anatra (circa 1.5 kg)
  • un quarto di vasetto di miele

Ingredienti Salsa Piccante (ma dolce):image

  • 1 cucchiaio di olio image
  • un cipollotto
  • 1 cucchiaio di zenzero tritato
  • 3 cucchiai ketchup
  • 1 cucchiaio salsa di soia
  • 1 cucchiaio di vino dolce (moscato)
  • 2 cucchiai di acqua
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • una punta (a piacere) di purè di peperoncini (sambal oelek detto anche Chilli o roba analoga mooolto piccante)  
Ingredienti Salsa 2 (questa è quella acida):
  • 2 parti di aceto balsamico
  • 2 parti di salsa di soia 
  • aglio
  • 2 parti aceto di mele (quello di riso non l’avevo)

Preparazione dei ravioliimage
     La Pasta
La pasta è identica a quella dei ravioli classici senza l’uovo. Faccio attenzione a mettere il minimo di acqua necessaria aggiungendola gradatamente. La impasto per 20′ e la lascio un’ora a riposare. Lui dice 12 h anche se in una ricetta successiva (ravioli mongoli) si accontenta di 1h. La prossima volta provo con 12h anche io. Devo dire che sono ottimi comunque. Essendo relativamente pochi (alla fine preparo 45 ravioli) evito la macchinetta della pasta e mi esibisco col mattarello. Devo dire che riesco a fare la sfoglia bella sottile anche io. Faccio dei cerchi con una tazza da the (misura perfetta) e li riempio con:
     Il ripieno
Si pone l’annoso problema dell’agnello trito: non lo trovo. Ripiego al solito su un bel posteriore che spolpo per bene e metto a tritare assieme alle verdure nel frullatore. Il risultato, bello omogeneo, lo mescolo alla salsa di soia, l’olio, la fecola. Un’attenzione allo zenzero: ho aggiunto circa un quarto di radice di questo profumatissimo componente. Non ci stava per nulla male però forse (forse ripeto) era un poco eccessivo. In particolare il profumo dela carne di agnello è rimasto come "coperto".
ATTENZIONE: sono stupendi anche così, ma si sa io adoro il profumo di agnello.

La cottura
Un poco problematica perchè la mia macchinetta al vapore contiene comodamente 20 ravioli non di più. Ho fatto tre strati intercalando con le foglie di cavolo cappuccio e cuocendo per 30′. Sono risultati un poco schiacciati i ravioli sotto, ma perfettamente integri e soprattutto cotti alla perfezione.

Attenzione alla pasta: i dischetti si asciugano molto rapidamente quindi vanno tenuti umidificati (la parte superiore come ho fatto io) o riempiti immediatamente.

 image

Preparazione della salsa 1
Soffriggere cipollotti e zenzero grattuggiato (a piacere) quindi aggiungere tutto il resto e mescolare. Mi piacciono le ricette semplici
Preparazione della salsa 2
Ancora più semplice: mescolare a freddo tutti gli ingredienti (l’aglio dopo averlo tritato per bene e in quantità a piacere)
Preparazione della Anatra al miele
Avvolgere l’anatra pulita e lavata in un duplice strato di alluminio. Metterla in forno a 220°C per un’ora dentro una teglia. Eliminare l’alluminio e cospargere per bene l’ex pennuto col miele. Rimettere in forno per 30′ appoggiando l’anatra su una griglia e ricordandosi di mettere sotto la teglia altrimenti fate prima a comprare un forno nuovo. Basta 5′ per iniziare a sentire l’acquolina in bocca grazie ai profumi di anatra e miele che vengono fuori dal vostro forno (ora alla temperatura di 200°C)

Un consiglio: per chi come me adora l’anatra anche senza condimento è già stupenda. Ma se intingete il petto nella salsa piccante (originariamente pensata per i ravioli) è veramente fantastica.

image

22 aprile 2007

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Food and drink, Primi Piatti, Secondi Piatti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...