Nidi di rondine con gamberi



Variazione decisamente originale e gustosa. Un mare e monti accostato bene. 

Ingredienti: per 2 (la ricetta trovata in internet è decisamente approssimativa, in modo particolare per la farcitura sufficiente per 6 nidi invece dei 16 attesi)

La pasta

  • 150 gr di farina di semola di grano duro image
  • 150 gr di farina 00
  • 5 rossi d’uovo
  • olio d’oliva

    La pasta avanzata (tanta) è omunque perfetta saltata con la bottarga e dei bei pomodori freschi (foto finale per credere). Anche riscaldata!

Per la farcitura:

  • 1 scalogno
  • 250 gr di funghi misti image
  • 150 gr di ricotta fresca  
  • 50 gr di prezzemolo tritato
  • olio extravergine d’oliva
  • burro per spennellare
  • sale e pepe
  • parmigiano grattugiato
  • 100 gr di pomodoro a dadini

Per la passata di gamberi:

  • 200 gr di gamberi sgusciati image
  • brodo di gamberi
  • 1/2 bicchiere di cognac
  • 15 gr di concentrato di pomodoro
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla

La quantità decisamente più appropiata: diciamo che è avanzata per un’altra porzione (3 nidi)

Preparazione della pasta
La pasta con cosi tante uova non l’avevo mai fatta. Ho aggiunto anche dell’acqua, mezzo bicchiere, troppa. Ho fatto non poca fatica a tirarla perchè si rompeva e appiccicava dappertutto. Altri 50g di farina l’hanno convinta a collaborare. Il sapore è ottimo. 
Un consiglio utile è stato quello di buttare la pasta bollita (non più di 60 secondi) in acqua fredda. Si blocca la cottura ed è decisamente più manipolabile. 

 

Preparazione farcitura
Metto a scaldare un filo d’olio extravergine d’oliva. Unisco lo scalogno, tritato finemente, e i funghi e soffriggendo a fuoco moderato per qualche minuto. Salare e pepare.
Mescolo in una terrina i funghi, la ricotta, i pomodori a dadini, il prezzemolo tritato, il formaggio grattugiato. E’ pronta.

Preparazione passata di gamberi
Riscaldo dell’olio d’oliva, quindi l’aglio in camicia e la cipolla tagliata alla julienne. Soffriggo a bassissima temperatura pe 20 minuti.
Elimino quindi l’aglio, unisco i gamberi sgusciati facendoli rosolare Unisco quindi il cognac e via una bella fiammata. Lascio evaporare, aggiungo il concentrato di pomodoro ed un po’ di brodo di gamberi (fatto coi gusci, una cipolla e una carota). Cuocere per 30 minuti a fuoco moderato.
Verso i gamberi con il fondo di cottura nel frullatore e frullare fino ad ottenere una passata omogenea. Se serve diluisco col brodo rimasto. La vellutata deve essere molto morbida.
Preparo i nidi stendendo la farcitura sulla pasta sbollentata e avvolgendo il rotolo. La larghezza della pasta è giusta per essere tagliata in due e formare dei bellissimi nidi. Imburro la teglia aggiungo un ricciolo di burro e del formaggio grattuggiato e metto in forno per 15 minuti.
Estratti dal forno i nidi di rondine gratinati, verso la vellutata su un piatto di portata e accomodandovi sopra i nidi di rondine.

 

image

23  Settembre 2007

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Food and drink, Primi Piatti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...