Nidi di rondine


Io li ho conosciuti nel piacentino nella valle del Trebbia tanti anni addietro. Li ricordavo con amore. Poi ho ritrovato una ricetta in internet grazie a Steppy, senior cookino di Cookaforum.
Grazie.
Al Trebbia ed a Steffy 

Ingredienti: per 6-8 abbondanteimage

  • pasta sfoglia all’uovo che mi faccio io a partire da
    • 300 g di farina
    • 3 uova
    • ed un cucchiaio di olio
  • besciamella produzione propria anch’essa:
    • 50 g di burro,
    • 50 gr di farina,
    • 400 ml di latte,
    • sale noce moscata e pepe 
  • 400 gr prosciutto cotto
  • 300 gr mozzarella
  • funghi freschi (i cremini vanno benissimo)
  • salsa di pomodoro
  • parmigiano
  • burro
  • image  image image image image image

Preparazione della pasta
E’ la stessa ricetta dei ravioli senza i profumi. Questa volta oltre alle uova aggiungo un cucchiaio di olio. La pasta sembra più liscia (non so se grazie all’olio)
La parte difficile della ricetta è stata proprio la cottura e manipolazione della pasta. Gestire queste bisce (15 cm per 60-70 cm) bollenti non è stato facile soprattutto quando ne ho cotte due assieme. Ci vuole esperienza ed io me la sto facendo anche se le mie dita sbollentate non sono contente! 

 
Preparazione della besciamella
Qui è stato fondamentele il contributo di Sebastiano che ha aggiunto la farina setacciata al burro fuso quindi mescolato per 4 minuti fino ad ottenere un bel colorito dorato. Ha versato il latte caldo a filo mentre io mescolavo quindi fatto cuocere per 10-12 minuti, regolando il sale la noce moscata ed il pepe. E mentre era così impegnato ha fatto pure le foto. Bravissimo

Una volta stesa la pasta bollente la farcisco con i funghi il prosciutto e la mozzarella.  Quindi la arrotolo facendo dei bei rotoloni che taglio in due e deposito in una pirofila da forno.
Cospargo con nell’ordine: besciamella, polpa di pomodoro precendemente sminuzzata, parmigiano grattuggiato e una noce di burro.
Rifinisco con i funghetti rimasti
E’ ora di passare il tutto al forno a 200 °C per 30 minuti

 
Poichè lo scopo è ricordare per migliorarsi metto subito un appunto: era sublime ma la prossima volta la polpa di pomodoro la faccio andare un poco in precedenza magari con un paio di scalognetti rosolati per bene. Alla prossima allora.

image

11 Febbraio 2007

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Food and drink, Primi Piatti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...