La Pastiera


Come sempre ho confrontato più ricette in internet sciegliendo, unendo eliminando a mio piacere. Le maggiori fonti per questo stupendo dolce sono stati i siti calme et cacao” e “La pastiera”. Grazie.

INGREDIENTI

Pasta Frolla

    • 500 g farina 00
    • 4 tuorli
    • 200 g zucchero
    • 200 g burro

Farcia

  • 400 g. di grano cotto
  • 100 ml. di latte
  • 400 g. di zucchero
  • 700 g. di ricotta di pecora
  • 30 g strutto
  • 1 limone
  • 1 bustina di vanillina (io l’ho dimenticata ma non si notava)
  • 1 pizzico di cannella
  • 4 uova intere
  • 2 tuorli
  • 1 cucchiaino di essenza di acqua di fiori di arancio
    (ho recuperato solo dell’aroma all’arancio,
    la prossima volta faccio di meglio)
  • 1 manciata di cedro candito
  • 1 manciata di cedro candito
  • 1 manciata di canditi vari

Le quantità sono per la preparazione di 2 torte da 22 cm. La pasta frolla è risultata scarsa: la prossima volta aumentare la sua percentuale

Cuocere, a fuoco lento, il grano cotto con il latte, lo strutto e 1 cucchiaio di zucchero. Cuocere, senza smettere di mescolare, finché non avrete ottenuto una crema (10-15 min). Coprire con film alimentare e lasciare raffreddare.
Lavorare la ricotta e metà dello zucchero (200 g) in modo da renderla ben cremosa (una passata al frullatore ed è perfetta). Coprirla con film alimentare e conservarla in frigo.

Preparare la pasta frolla e lasciarla in frigo per almeno un’ora

Intanto preparare lo zabaione con i tuorli (6) e lo zucchero (200 g). Montare a neve ben ferma gli albumi (4) e aggiungerli delicatamente allo zabaione. Unire la cannella, l’aroma di arancio e i canditi e la buccia grattuggiata del limone. Unire quindi la crema di grano e mescolare ulteriormente. Aggiungete la crema di ricotta.
Stendere quindi la pasta frolla portandola ad uno spessore di tre millimetri e foderarvi una teglia bassa, unta e infarinata.
Riempire con il ripieno fino a 3/4 (gonfierà un pochino), formare delle strisce e disporle a griglia sul ripieno (se ti rimane abbastanza frolla).
Mettere in forno, in posizione piuttosto bassa, a circa 150 gradi per un’ora. La pastiera non deve scurire né asciugarsi troppo.
Una volta cotta, farla raffreddare in forno e spolverare di zucchero a velo al momento di servire.
Dopo 3 giorni, è veramente perfetta perchè la farcia inizialmente risulta secca quasi friabile mentre col passare del tempo si compatta e diventa divinamente cremosa (forse perchè assorbe l’umidità dell’aria)

01062010(002) 01062010(003) 01062010(001) 01062010(005)   01062010

image

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Food and drink e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...